Palazzo G. - I fantasmi dormienti - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Palazzo G. - I fantasmi dormienti

Luoghi Fantasma > Italia > Lombardia
Regione: Lombardia
Tipologia: Residenza
Stato attuale: Buono
Età di edificazione: 1938
Data di abbandono: 1996
Motivo dell’abbandono: Sconosciuto
Accesso: Su strada
Modalità di visita: Vietata
Se ci fosse un horror da girare, sarebbe il luogo adatto… o anche un film come “Io sono leggenda”.
Il Palazzo G. è un’impronta fisica di un attimo che si è bloccato. Solo la polvere ha continuato a muoversi e cadere sulle cose.
Le campagne attorno, spesso avvolte dalla nebbia, sono lo scenario adatto che rievoca pensieri ancestrali e ci rizza i peli delle braccia come gesto atavico a fiutare un pericolo che magari non c’è.
Le foto antiche alle pareti sembrano guardarti mentre attraversi quelle stanze, spoglie, ma ricche; i letti portano ancora la sagoma di chi ci dormiva, quasi come fosse un fantasma ch ancora giace, stanco per la solitudine, sul materasso.
È una villa abbandonata da poco senza dubbio, troppe presenze recenti, troppa vita celata dietro la polvere, il pianoforte sembra ancora suonare Bach e le boccette di profumo, vuote, rilasciamo molecole di odori opulenti.
Appena arrivati in questo paesino disperso nelle campagne, si vede risaltare subito questa immensa residenza. Ciò che ci si trova davanti è dir poco surreale, una cucina completamente arredata, caffettiere, bottiglie di liquori, bicchieri…
Tutto lasciato lì come se da un momento all'altro la struttura fosse stata abbandonata a se stessa. Si continua il giro e con immenso piacere si giunge in un'altra stanza completamente arredata con pianoforte, letti e uno specchio con profumi dell'epoca. Al piano superiore si trovano delle stanze con letti e armadi intatti che stanno aspettando ancora i relativi proprietari. Al piano inferiore e vi sono altre oggettistiche d’epoca. Non c’è più grande soddisfazione, a fine esplorazione, di andar via incantati e meravigliati da questa dimora in cui il tempo sembra essersi fermato.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto & Lost in the DayssS - Photography

Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2018 ©Fabio Di Bitonto Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Torna ai contenuti | Torna al menu