Villa Bolasco - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Villa Bolasco

Luoghi Fantasma > Italia > Veneto
Provincia: Treviso
Tipologia: Villa
Stato attuale: Discreto
Periodo edificazione: 1860 ca.
Accesso: Su strada
Modalità di visita: A pagamento

Questo articolo è in via di revisione a seguito della richiesta di rimozione dello stesso e a seguito delle accuse di voler fare solo cattiva pubblicità alla struttura, mosse dall'associazione che si occupa della Villa.
Pertanto, quanto qui scritto, secondo alcuni non rispecchia la realtà e si invita il lettore a non tenerne conto.

Questa splendida villa non è abbandonata, ma all’interno del suo giardino troviamo delle zone che sono abbandonate e sono anche molto molto suggestive.
Attualmente la villa appartiene all’Università degli studi di Padova ed è possibile effettuare visite guidate.
La Villa Bolasco, o sarebbe meglio dire Bolasco-Piccinelli, fu eretta fra il 1852 e il 1865 per conto di un podestà austriaco: Francesco Revedin; l’architetto incaricato della costruzione fu Giambattista Meduna.
Da segnalare, all’interno della struttura, gli splendidi affreschi e le bellissime ed avanzatissime, per l’epoca, scuderie.
Da ricordare anche il monumentale scalone del Meduna e il fastoso salone da ballo.
La villa è circondata da un enorme e fantastico giardino che prende il nome di Parco Bolasco; non sono affatto casuali tutti i giochi di luce e colori che si possono osservare nel parco, anche i riflessi degli specchi d’acqua non sono casuali.
Sono splendidi i caratteristici ponticelli ed alcune costruzioni come la serra, la cavana e la torre.

Nel parco sono presenti addirittura cinquantadue statue inserite nel contesto dell’arena cavallerizza.

Le immagini e l’articolo sull’abbandono si riferiscono esclusivamente alle zone del parco abbandonate e non alla struttura in sé che prevede, come detto, visite guidate a pagamento.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto: Cristi Butacu
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Torna ai contenuti | Torna al menu