Ospedale B. - La rinascita abortita - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospedale B. - La rinascita abortita

Luoghi Fantasma > Italia > Piemonte
Provincia: Vercelli
Tipologia: Ospedale
Stato attuale: Buono
Età di edificazione: Sconosciuta
Data di abbandono: anni ‘90
Motivo dell’abbandono: Vari
Accesso: Su strada
Modalità di visita: Non consentita
Questo maestoso ospedale, posto fra le nuove villette nella periferia vercellese, è un po’ il simbolo di una rinascita dell’intero paese che non c’è mai stata durante gli anni ’90.
La sua costruzione non si sa a quando risalga, ma è da sempre stato uno degli ospedali pneumologici più importanti dell’Italia settentrionale; intorno alla struttura vi sono ettari di terreno che oramai è diventato foresta quasi impenetrabile mentre l’interno è stato depredato e distrutto da vandali d’ogni genere.
L’ospedale cessò la sua attività nel 1990 in seguito a progetti di riqualificazione, tagli e delocalizzazione delle strutture sanitarie; all’atto della chiusura l’ospedale fu destinato ad essere struttura di degenza per gli anziani, però i lavori non iniziarono mai.
Nel 1996 la struttura fu trasformata in casa di accoglienza per i profughi, ma anche quest’uso ebbe vita breve, la struttura rimase isolata a cadere al macero, anche perché voci narrano che la ditta che avrebbe dovuto effettuare i lavori di restauro abbia intascato i soldi e sia scomparsa, ma di questo, non avendo prove a supporto, non resta che considerarla una leggenda, diciamo così…
Non ci è dato sapere il futuro della struttura, l’unica cosa che sappiamo e condanniamo, senza ombra di dubbio, è l’incuria in cui versa questo luogo.
__________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Torna ai contenuti | Torna al menu