Istituto Luraschi - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Istituto Luraschi

Luoghi Fantasma > Italia > Lombardia
Provincia: Varese
Tipologia: Colonia montana
Stato attuale: Buono
Età di edificazione: Sconosciuta
Data di abbandono: Sconosciuta
Motivo dell’abbandono: Perdita della funzione
Accesso: Su sentiero
Modalità di visita: Non consentita
La struttura si presenta su quattro livelli distinti: i sotterranei, il piano terra e due livelli sopraelevati.

Nel primo, che è il sotterraneo, non c'è molto oltre alla polvere e alle ragnatele.
Camminando locale dopo locale, gli occhi possono accumulare un buon numero di vecchie lavatrici, in una stanza una impolveratissima e gigantesca stiratrice, altre stanze deserte, altre con sedie e tavoli sparsi.

Il pian terreno si presenta più vissuto, sono presenti banchi e lavagne in abbondanza; attraverso il corridoio si giunge in una stanza molto grande all'interno della quale i banchi e le sedie sono accompagnati da una televisione.
Quanto si vede ricorda senza dubbio una scuola, ci sono delle classi, c'è anche la cattedra a mettere ordine e disciplina nella stanza.
Il piano terra ospita altresì una cappella, piccola se la raffrontiamo ad una chiesa, piuttosto grande se invece rapportata al luogo in cui si trova; la cappella ospita una bella sorpresa: un altare ben conservato e, vicino, un confessionale.

Il primo piano si presenta, attraverso una distesa di letti che, quasi innaturalmente, giacciono ancora immobili come i ragazzi li han lasciati tanti anni fa.
Un pari numero di armadietti accompagna i letti, mentre negli altri locali ci sono ancora banchi, poi c’è l'infermeria con i suoi medicinali e utensili e, infine, le cucine, dove vecchi fornelli elettrici si mescolano a vecchi sanitari, stoviglie e lucidatrici...

L'ultimo piano è ancora dedicato a camerate di letti e stanze da letto per i lavoranti della struttura.

Il Leitmotiv di tutti i livelli sono i fogli sparsi ovunque delle cartelle cliniche dei ragazzi e tanti documenti spesso non decifrabili, così come le tante vite passate di qui.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto: Eleonora Gilardoni
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2018 ©Fabio Di Bitonto Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Torna ai contenuti | Torna al menu