Villa AMRI - L'incendio misterioso - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Villa AMRI - L'incendio misterioso

Luoghi Fantasma > Italia > Emilia Romagna
Provincia: Modena
Tipologia: Villa
Stato attuale: Cattivo
Età di edificazione: Fine del 1700
Data di abbandono: Sconosciuta
Motivo dell’abbandono: Contese ereditarie e terremoto
Accesso: Su strada
Modalità di visita: Non consentita
Villa AMRI deve il suo nome alla prima proprietaria chiamata Irma (Amri è il suo esatto contrario), ella faceva parte di una ricca famiglia carpigiana che durante l’anno abitava nel centro di Carpi mentre durante le vacanze si trasferiva nella villa che diventava la loro casa di villeggiatura estiva.
La AMRI fu costruita verso la fine del 1700 e, poco dopo la fine dei lavori, durante una notte inspiegabilmente prese fuoco e non ne rimase niente.
Fu ricostruita subito dopo ma ad oggi versa in stato di abbandono: la casa inizia a mostrare i segni del tempo e dell’incuria e l’enorme giardino è diventata una folta giungla.
Il terremoto che ha sconvolto l’Emilia nel 2012 ha dato pesanti ripercussioni alla villa, ne è stata dichiarata la totale inagibilità e il tetto è diventato il giaciglio di un comignolo.
Dietro la costruzione principale se ne trova una seconda più piccola che in passato era adibita a magazzino esterno.
Dalle finestre rotte si può vedere l’interno della casa, ormai in uno stato disastroso a causa sia degli agenti atmosferici sia dei continui soprusi da parte dei vandali.
La villa è abbandonata da parecchie decadi ed è in mano a decine di eredi sparsi in tutta Italia, e purtroppo, vista la difficoltà a deciderne le sorti, rimarrà tale per ancora molti lunghi anni.
_________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Federico Solieri

Foto: Federico Solieri
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2018 ©Fabio Di Bitonto Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Torna ai contenuti | Torna al menu