Castello di Sammezzano - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Castello di Sammezzano

Luoghi Fantasma > Italia > Toscana
Provincia: Firenze
Tipologia: Castello
Stato attuale: Discreto
Periodo edificazione: IX secolo
Periodo abbandono: anni ‘90
Motivo abbandono: Chiusura attività
Accesso: Su strada
Modalità di visita: Con guida autorizzata

Il castello di Sammezzano è un’opera architettonica di enorme valore posizionata sulle colline alle porte di Firenze.

La struttura è molto particolare, si tratta di arte orientaleggiante e ne è fra gli esempi più belli a livello nazionale, solo che, purtroppo, sono oltre vent’anni che è in totale stato di abbandono.

Le origini di questo castello risalgono a prima dell’anno 1000 d.C., pare addirittura al IX secolo; le notizie non sono moltissime e così, l’unica notizia che si ha dalla sua fondazione sino alle notizie più fresche è che abbia ospitato l’illustre Carlo Magno.
Nel XVI secolo è proprietà del Granduca di Toscana Ferdinando I che, a sua volta, lo vende nel 1605 al Cavalier Ferdinando Odoardo Ximenes che da castello lo trasformò in una splendida villa con dei giardini esotici.
Nel XIX secolo la villa rimase ancora agli eredi del cavaliere che, grazie a Ferdinando Panciatichi Ximenes, architetto e botanico, prese forma come esempio di arte moresca, con chiare ispirazioni al Taj Mahal e all’Alhambra di Granada. I lavori durarono quasi mezzo secolo e interessarono anche il giardino (tra i più grandi d’Italia, circa 190 ettari) che fu adornato con ben cinquantasette sequoie alte più di trenta metri.
La villa ha degli interni che richiamano in maniera marcatissima l’architettura orientale e possiede ben 365 stanze, di cui diciassette stanze da letto, progettate per rappresentare ognuna un giorno dell’anno; ogni stanza è diversa e possiede colonne, affreschi, mosaici, nicchie e giochi di luce completamente differenti.

La villa, nel tempo, ha subito parecchi furti e razzie; durante il secondo conflitto mondiale i nazisti ne approfittarono portando via molte suppellettili e tutti gli ornamenti da giardino e recentemente anche alcuni oggetti presenti all’interno sono stati portati via.
Alla fine della guerra il castello divenne un hotel di lusso che rimase in attività sino al 1990, quando l’attività fallì e fu abbandonato.
Purtroppo dal momento dell’abbandono ad oggi non è cambiato quasi nulla; gli esterni si stanno deteriorando sotto l’azione degli agenti atmosferici e alcune finestre sono rotte consentendo all’umidità, e non solo, di entrare e di rovinare anche gli affreschi.
Il castello è stato venduto nel 1999 ad una società inglese risultata vincitrice dell’asta bandita in quell’anno; si tratta della catena alberghiera Palmerston Hotel & Resorts che ha progettato un grande restyling della struttura inserendo campi da tennis, campi da golf e varie altre strutture che, probabilmente, altererebbero notevolmente il fascino del luogo stesso.
Per il momento alcune associazioni di cittadini stanno cercando di prendersi cura della struttura attraverso una raccolta di fondi e cercando di ottenere i permessi necessari per poter agire sulla struttura in tutta legalità.
Nel frattempo sono possibili visite guidate attraverso quest’associazione: http://www.sammezzano.org/
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto: Cristi Butacu
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2018 ©Fabio Di Bitonto Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Torna ai contenuti | Torna al menu