Güterbahnhof Pankow - Un'eccellenza stuprata - Luoghi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Güterbahnhof Pankow - Un'eccellenza stuprata

Luoghi Fantasma > Estero > Germania
Città: Berlino
Tipologia: Capolinea ferroviario
Stato attuale: Mediocre
Età di edificazione: 1900 ca.
Data di abbandono: 1997
Motivo dell’abbandono: Sconosciuto
Accesso: Su strada
Modalità di visita: Non consentita
C’era una volta un capolinea ferroviario, grande, moderno, all’interno del quale sostavano e passavano decine e decine di treni; ma oggi, a distanza di anni, qui i treni sono solo fantasmi, non ci sono più, e il loro rumore è solo un lontano ricordo che queste mura cercano di non dimenticare.
Il Güterbahnhof Pankow è il vecchio capolinea ferroviario a Berlino; una volta era in grado di gestire anche 1800 carri merci al giorno oltre a qualche altro centinaio di mezzi… una gloria, un’eccellenza, lo è stato sin da quando,intorno al 1900, ha iniziato a funzionare ma oggi rimangono scheletri e carte. Una miriade di documenti tappezza il pavimento degli uffici, con tanto di nomi, cognomi e indirizzi, il pavimento e colmo di vite e dei loro estremi.
Solo un treno, talvolta, si ferma in zona, lambisce solo questo splendido capolinea e poi va via, lasciando una speranza alle anime del capolinea di un nuovo inizio, ma ogni volta le illude e va via.
La sua chiusura fu determinata nel 1997, ma le ragioni? Sconosciute.
Dopo la sua chiusura, circa dieci anni dopo, alcune strutture sono state abbattute e il terreno venduto, nel 2009, ad un imprenditore intenzionato a costruire un centro commerciale e a creare un grande parco urbano.

L’edificio principale, quello circolare, ha una grande valenza storica in quanto ospita opere ingegneristiche risalenti al XIX secolo e fu attuato anche un progetto di riconversione a museo che però non si è mai attuato.
Anche la conversione a centro commerciale non è andata a buon fine, degli incendi hanno devastato ulteriormente il luogo e non c’è speranza di recupero purtroppo.
Non è stato nemmeno dimenticato questo luogo, ma solo violentato.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto:
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Torna ai contenuti | Torna al menu