Shi Cheng - L'arte sommersa - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Shi Cheng - L'arte sommersa

Paesi Fantasma > Mondo > Cina
Provincia: Chun’an Country, Zhejiang (PRC)
Tipologia: Borgo sommerso
Stato attuale: Discreto
Periodo edificazione: 621 d.C.
Periodo abbandono: 1959
Motivo abbandono: Costruzione Diga
Accesso: In Acqua
Modalità di visita: Non consentita
Il lago Qiandao è molto famoso in Cina, è detto anche il lago delle mille isole.
Questo grande lago artificiale nasconde, sotto la sua superficie, delle sorprese inaspettate.

Ma partiamo dal principio: nella Cina comunista, il crescente bisogno di energia dovuto all’espansione della popolazione, costringe il governo a costruire delle dighe per poter ricavare energia elettrica; fu scelto un sito, quello ai piedi del Monte Wu Shi, detto anche montagna dei cinque leoni, zona molto fertile e ricca di vita, infatti, nell’area individuata, insistevano 27 città, oltre 1400 villaggi e decine di migliaia di ettari di terreni agricoli. La popolazione sfiorava le 500.000 unità.

Le più importanti città che si trovavano in questa zona erano Shi Cheng e He Cheng.
Shi Cheng, la Città del Leone, sorgeva immersa nella foresta tropicale e vi scorreva, nei pressi, il fiume Xin’an, quello che poi è stato sbarrato per la creazione del bacino artificiale.
Adesso si trova fra i venti e i quarantacinque metri di profondità e sta attirando folle di curiosi e sub poiché è tornato alla ribalta in seguito all’interesse di un funzionario locale, il Sig. Qiu Feng, che, nel 2001, ipotizzò alcuni metodi per attirare il turismo, addirittura proponendo di utilizzare un sottomarino per delle visite guidate. Il sottomarino fu anche costruito, ma mai utilizzato perché poi si pensò che l’acqua smossa dal mezzo potesse arrecare danni alle strutture.

Non esiste una mappatura dell’area cittadina ma si suppone sia molto estesa; la cittadina ha addirittura una cinta muraria completa e su questa cinta muraria sarebbero presente ben cinque porte di ingresso e molte torri, il tutto con moltissime decorazioni con statue e animali. L’acqua ha incredibilmente conservato anche le scalinate di legno presenti;

La costituzione del lago in sé era già un’attrazione turistica, infatti, il lago era così grande che non si riuscivano a vedere le sponde opposte e, nella sua costituzione, si vennero a formare circa 1100 isole abbastanza grandi e almeno un altro migliaio di dimensioni ridotte; da qui il nome del lago delle mille isole.
Il lago ha delle acque veramente particolari, sono estremamente limpide, cristalline e, soprattutto, potabili, infatti è proprio da questo lago che viene imbottigliata una delle acque commercializzate più importanti della Cina.

Un Video del Chinese National Geography:
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto:

Chinese National Geography
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2019 ©Fabio Di Bitonto All rights reserved tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu