La Vereda - Le case di ardesia - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Vereda - Le case di ardesia

Paesi Fantasma > Mondo > Spagna
Luogo: Guadalajara (ES)
Tipologia: Borgo Rurale
Stato attuale: Strutture parzialmente conservate
Età di edificazione: Intorno all'anno 1000
Data di abbandono: Metà XX sec
Motivo dell’abbandono: Migrazione
Accesso: Su strada sterrata
Modalità di visita: Libera
La Vereda si trova su dei rilievi nel centro della Spagna, a circa 1100 metri di altitudine, nella provincia di Guadalajara.
Il motivo dell’abbandono, facile a dirsi, è stato l’isolamento, trovandosi in montagna, ad un’altitudine piuttosto elevata.
In epoca medievale, La Vereda apparteneva alla Comunidad de Villa Y Tierra de Sepulveda a cui nel 1278 si aggregò anche El Vado.
Nel 1954 a causa della costruzione della diga e dell’interessamento diretto degli altri centri, la sede del comune si spostò proprio a La Vereda.
Nel 1972 i tre borghi andarono sotto il governatorato del Ayuntamiento de Campillo de Ranas a seguito dell’espropriazione ad opera dello Stato, visto che di abitanti oramai non ce n’erano più e quindi fu presa la decisione rimboschire la zona;
per tali motivi il nuovo proprietario del villaggio diventa il governo regionale di Castilla – La Mancha.

Nel 1976 un gruppo di architetti provenienti da Guadalajara e da Madrid, viene mandato sul posto per provvedere all’abbattimento delle vecchie case per favorire ulteriormente il rimboschimento, solo che, resisi conto della potenzialità del luogo, gli architetti costituiscono un’associazione culturale che consente la concessione pubblica e gratuita delle strutture meglio conservate del paese affinché siano ristrutturate.
La Vereda è uno splendido esempio di architettura “negra”, dove quasi tutte le abitazioni, i muri e i tetti sono fatti in ardesia.
Il centro del paese ospita una piccola chiesa, da cui partono tutte le stradine del paese e dove sono presenti, attaccati ad essa due grandi forni con camini in ardesia, e, nella parte

meridionale del borgo, si trova un complesso di stalle ben mantenuto, nonostante non abbia ricevuto alcun tipo di ristrutturazione.
Dal 1977 l’associazione culturale Vereda si sta occupando della zona, in particolar modo si occupa del recupero di quelle che sono le tradizioni locali e anche di quelli che erano strumenti di lavoro e non caratteristici del luogo.
Ad oggi l’associazione conta una trentina di affiliati che si occupano anche della parziale ristrutturazione di alcune strutture.
Ad ogni membro viene affidata un’abitazione, il progetto sarebbe quello di far trasferire ogni membro con la famiglia in queste residenze, ma le difficoltà sono date dalla mancanza di allacciamento di gas e luce.
Sicuramente La Vereda potrebbe essere un esempio per quanto riguarda il recupero dei borghi, ma ogni luogo perderà sempre la sua identità, anche quando si cerca di recuperarlo.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto:

utente FRAN ROS
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2019 ©Fabio Di Bitonto All rights reserved tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu