Inis Cathaigh - L'isola del profeta - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Inis Cathaigh - L'isola del profeta

Paesi Fantasma > Mondo > Irlanda
Regione: Munster, Clare, IRLANDA
Tipologia: Borgo rurale della riforma fascista
Stato attuale: Insediamento monastico
Periodo edificazione: 530 d.C. ca
Periodo abbandono: 1969
Motivo abbandono: Spopolamento
Accesso: Su imbarcazione
Modalità di visita: Con restrizioni
Inis Cathaigh, o detta anche Scattery Island, è un’isola sulla quale si trovano un faro, un insediamento monastico, un monastero, una torre irlandese ed un più recente complesso di difesa bellico, situata sulla costa occidentale Irlandese, nella provincia di Munster.
In irlandese Inis Cathaigh è stato trasformato dapprima in Iniscathy, poi in Iniscattery e, alla fine, nel moderno toponimo: Scattery Island.
Senán mac Geircinn è stato il fondatore del primo insediamento su quest’isola e fu un profeta della tradizione irlandese; la sua venuta fu addirittura annunciata da St. Patrick (San Patrizio) e, da piccolo, la sua educazione fu affidata in sapienti mani religiose.
Una leggenda vuole che sulla Scattery Island nessuna donna abbia mai potuto mettevi piede e che sia stato negato l’accesso anche a St. Cannera; la beffa fu che Senàn morì mentre era in visita ad alcuni conventi di suore che egli stesso aveva fondato. La sua salma fu posta nella chiesa abbaziale di Inis Cathaigh.
L’isola, alcuni anni dopo, passò sotto il dominio vichingo del regno di Limerick e, durante questo regno, Inis Cathaigh non mancò d’esser protagonista: lo stesso Ivar di Limerick fu ucciso assieme ad uno dei suoi figli, proprio sull’isola nel 977.
La cattedrale e il monastero di Inis Cathaigh sono un luogo di pellegrinaggio sin dall’epoca paleocristiana e grazie al numero di persone che vi si recavano, furono costruite tutte le strutture annesse a tali attività, un oratorio, le abitazioni, sette piccole cappelle, la citata torre, un pozzo sacro, una fortificazione difensiva e il faro.
A metà del XIX secolo, diventarono abitanti di quest’isola i marinai di Shannon e le loro famiglie.
Grazie alla loro presenza e alla scampata carestia sull’isola, gli abitanti aumentarono e raggiunsero cifre attorno alle duecento unità con circa 24 fuochi. L’ultimo abitante abbandonò l’isola nel 1969 seguendo tutti gli altri alla ricerca di condizioni di vita più semplici.

La chiesa di Teampall na Marbh è l’unica chiesa dell’isola che poteva ospitare le salme di chi cercava sepoltura; infatti, sono presenti numerose lapidi e tombe con iscrizioni ben visibili.
Il complesso di difesa bellico è situato sul versante sud dell’isola e fu costruito in epoca napoleonica e nonostante tutto si è conservato bene.
Fu costruito proprio dai francesi durante il fallimentare tentativo di conquista di Irlanda e Scozia e fu rapidamente abbandonato e poco utilizzato. Purtroppo i sei cannoni situati nelle basi sono stati portati via ed è rimasta soltanto la struttura.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto:
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2019 ©Fabio Di Bitonto All rights reserved tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu