Agnino - Il castello nascosto - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Agnino - Il castello nascosto

Paesi Fantasma > Italia > Toscana
Provincia: Massa Carrara
Tipologia: Fortezza
Stato attuale: Ruderi
Periodo edificazione: Medioevo
Periodo abbandono: XIX secolo
Motivo abbandono: Sconosciuto
Accesso: Su sentiero
Modalità di visita: Con restrizioni
Nella provincia di Massa Carrara, fra le tortuose strade nei pressi di Fivizzano, fra le valli dei fiumi Taverone e Rosaro, incontriamo il tranquillo borgo di Agnino, un paese che ha saputo rinnovarsi ed è tuttora abitato.
Proseguendo sulla strada verso Est, giunti ove si trova un ulteriore agglomerato di case, si trova anche il vecchio castello ed il nucleo originale ed antico del borgo.

Il motivo per cui tale nucleo sia sito a distanza dal borgo principale si trova nel fatto che il borgo stesso sia suddiviso in quattro frazioni: Castello, Villa, Piazza e Pianella.
Nella frazione che ci interessa troviamo l’antica cinta muraria, le torri, altre abitazioni oramai fatiscenti e resti della antica strada con il ponte.

L’origine di queste rovine è senza dubbio medievale, appartenute alla famiglia dei Malaspina di Verrucola; il castello è posto su una rupe a guardia dell’intera vallata e le costruzioni più antiche furono edificate con le caratteristiche tecniche della Lunigiana.
Non ci sono molti documenti che fanno riferimento a questo splendido luogo, ma il più antico è datato 1275.
La zona della chiesa, risalente al XIII – XIV secolo, è rimasta, invece, abitata e la chiesa stessa è ancora il punto di riferimento del borgo e dei suoi abitanti.

Altre immagini qui

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto:
Di Barbierino - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37279987


Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2019 ©Fabio Di Bitonto All rights reserved tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu