Rajù - Tra lo stretto e l'Etna - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rajù - Tra lo stretto e l'Etna

Paesi Fantasma > Italia > Sicilia
Provincia: Messina
Tipologia: Borgo rurale
Stato attuale: Buono
Periodo edificazione: XIX secolo
Periodo abbandono: Gennaio 1973
Motivo abbandono: Alluvione
Accesso: Su strada sterrata
Modalità di visita: Libera
Il borgo di Rajù (o Raiù) è una delle 27 frazioni del comune di Fondachelli Fantina (fino al 1951 il territorio dell'attuale comune di Fondachelli Fantina era sotto il comune di Novara di Sicilia).
Quando era popolato stabilmente, Raju contava circa 400 abitanti. La gente viveva di agricoltura, pastorizia ed artigianato poiché erano presenti sarti, falegnami, muratori, liberi professionisti ed altre attività.
La storia di questo piccolo borgo cambiò bruscamente la notte di S.Silvestro del 1972, quando la zona fu colpita da una violentissima alluvione che fece esondare l'adiacente torrente Fantina, la violenza della natura ha semidistrutto la parte bassa del paese e portato con se un'intera famiglia di 4 persone. L'intera popolazione si è trasferita in comuni limitrofi. Oggi la maggior parte dei Rajusi sono sparsi tra Barcellona Pozzo di Gotto, Terme Vigliatore, Trappitello di Taormina, Rodi Milici, Novara di Sicilia e Giardini Naxos.
L'abbandono della frazione si è verificato in pochi giorni, subito dopo cessata la fase critica dell'alluvione. Ad oggi la frazione risultata totalmente inabitata e in stato di abbandono.
L'abitato si presenta ancora in ottime condizioni generali, tanto che è scenario di tornei di Softair, difatti le case sono tutte aperte e visitabili.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Stefano Giunta

Foto: Maria Elena Sardina
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2019 ©Fabio Di Bitonto All rights reserved tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu