Lampore - Nel ricordo di Antonio - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lampore - Nel ricordo di Antonio

Paesi Fantasma > Italia > Piemonte
Provincia: Cuneo
Tipologia: Borgata alpina
Stato attuale: Discreto
Periodo edificazione: X secolo
Periodo abbandono: anni ‘60
Motivo abbandono: Isolamento
Accesso: Su sentiero
Modalità di visita: Libera

Lampore, che si pronuncia “Lampuré”, è una splendida borgata che ricade nel territorio di Monterosso Grana, in provincia di Cuneo.
La borgata risulta abbandonata dai primi anni ’60 e per raggiungerla c’è bisogno di un buon fuoristrada oppure si deve percorrere il sentiero a piedi.

Lampore si presenta coperta di vegetazione ed è difficoltosa anche l’individuazione del nucleo urbano; una volta giunti sul luogo, le case risultano oramai diroccate.
Nel suo periodo vitale ospitava circa venti famiglie che si sostentavano con il taglio della legna da ardere e molto importanti a tale scopo erano i numerosissimi alberi da frutto e i castagneti presenti tutt’attorno alla borgata e i piccoli allevamenti di ovini e bovini. Non vi era luce e l’acqua scarseggiava; il borgo era curatissimo dai suoi abitanti che avevano la caratteristica di essere profondamente solidali fra loro.
I piatti principali che si consumavano erano la polenta, le castagne e i suoi molteplici usi, il latte e il burro.
L’erba curata ed i boschi circostanti in perfetto ordine venivano trascurati nella stagione invernale, quando gli uomini erano costretti ad andare a lavorare le terre nel sud della Francia per guadagnare qualche soldo, poiché le nevicate abbondanti rendevano impossibile qualsiasi attività in loco.

La borgata possedeva un forno comune che è visibile anche dalle immagini.
Tutte le case hanno un’architettura che richiama quella classica alpina, ma con delle caratteristiche che rendono questa borgata unica nel suo genere; le costruzioni sono tutte in pietra locale.
Fernanda Gramondi, che ci ha fornito tutto il materiale su Lampore, ci spiega che il suo interesse ed il suo amore per la borgata nascono dall’amicizia con Antonio, un uomo nato nel 1923 e purtroppo scomparso da pochi giorni, che le ha spesso raccontato come si svolgesse la vita in quella borgata; Antonio era solito affermare di avere trascorso a Lampore 40 anni bellissimi, i più belli della sua vita, nonostante la fatica della sopravvivenza stessa.
Abbiamo descritto la difficile vita di queste persone che vivevano qui attraverso il racconto della vita di Antonio fatto a Fernanda, una vita che lui ha saputo apprezzare e che noi ricordiamo a monito di una genuinità nelle persone che è quasi sempre più un ricordo.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto: Fernanda Gramondi
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Torna ai contenuti | Torna al menu