Alianello - Il borgo che toccò il cuore di Charles Dickens - Paesi Fantasma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alianello - Il borgo che toccò il cuore di Charles Dickens

Paesi Fantasma > Italia > Basilicata
Provincia: Matera
Tipologia: Borgo arroccato
Stato attuale: Discreto
Periodo edificazione: Sconosciuto
Periodo abbandono: 1980
Motivo abbandono: Sisma 1857 (7.0) e 1980 (6.9)
Accesso: Su strada
Modalità di visita: Con restrizioni
Alianello Vecchio è una frazione del comune di Aliano, in provincia di Matera.
Essendo solo una frazione, purtroppo le notizie non sono semplici da reperire; è stato costruito su uno sperone roccioso e le notizie trovate in rete lo fanno risalire sicuramente al tardo medioevo, ma ci sono molte notizie discordanti sulla sua esistenza in tempi più remoti.
La sua parabola discendente ha subito una forte accelerazione nel 1857, quando un terremoto, nel dicembre di quell’anno, rese inagibile gran parte del paese.
Il terremoto ebbe il suo epicentro nel comune di Montemurro ed ebbe un’intensità pari a 7.0 Richter e si produsse in due scosse ravvicinate che causarono danni sia per gli scuotimenti del terreno che per le numerose frane attivatesi a seguito degli stessi.
Il sisma fece circa 5000 morti in Basilicata, a fronte di una popolazione di circa 7500 persone e quasi tutti i centri abitati furono danneggiati, molti furono rasi al suolo.
La violenza del sisma fu tale da essere ben avvertito a Terracina, a Napoli, a Foggia e dal Salento sino alla Calabria.

I dati ufficiali del Ministero dell’Interno dell’epoca furono questi: solo in Basilicata morirono 9257 persone, su un totale di circa 11000 vittime (dati non ufficiali parlano di circa 19000 morti). Sempre nella sola Basilicata, vi furono invece 1359 feriti. (fonte wikipedia).
Tale evento ebbe una eco enorme in tutta Europa, tant’è che furono inviate spedizioni scientifiche dall’Inghilterra e i Borbone inviarono dei fotografi per immortalare e studiare gli effetti del sisma sulle strutture.
Di tale sisma si occupò Charles Dickens, che impresse in parole in alcuni suoi scritti di questo terribile evento.
Dopo l’invasione sabauda, il governo inviò degli ispettori per valutare la situazione di Alianello e, nel 1925, fu dichiarato inagibile. Gran parte della popolazione fu trasferita ad Alianello Nuovo ma alcuni abitanti preferirono restare in loco sino a quando avvenne il sisma del 1980 e quindi furono costretti, loro malgrado, a trasferirsi in prefabbricati in località Vituri.
_______________________________________________________________________________________________________________________________
Articolo: Fabio Di Bitonto

Foto: Davide Mitidieri
Chiunque volesse contribuire al sito può inviare articoli o immagini all'indirizzo di posta paesifantasma@gmail.com

Se invece qualcuno volesse chiedere la rimozione dei propri contenuti dal sito, può seguire lo stesso iter, scrivendo e menzionando nella mail di quali immagini o articolo si tratti.
Copyright 2011 - 2019 ©Fabio Di Bitonto All rights reserved tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti | Torna al menu